LICENZE 2019

PROVINCIA DI TORINO

PESCA DILETTANTISTICA (licenza tipo B)

Dal 1 gennaio 2015 sono entrate in vigore le nuove modalità di pagamento delle tasse per la licenza di pesca nelle acque interne.
Sono sempre ESONERATI DAL PAGAMENTO della tassa e soprattassa per l’esercizio della pesca dilettantistica, i CITTADINI ITALIANI MINORI DI ANNI 14 ED I SOGGETTI DI CUI ALL’ARTICOLO 3 DELLA LEGGE 5 FEBBRAIO 1992, N. 104 (Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate).
L’esenzione è valida solo in Regione Piemonte e solo per la tassa e soprattassa pesca e non per altri versamenti come ad esempio i DDEP (Diritti Demaniali Esclusivi di pesca)

La pesca dilettantistica può essere esercitata, senza scopo di lucro, da chiunque sia in possesso delle ricevute di versamento della tassa regionale e della soprattassa provinciale sulle quali siano riportati, oltre ai dati di residenza, i dati anagrafici del pescatore e la causale “licenza di pesca dilettantistica tipo B”. I dati anagrafici possono essere sostituiti dall’indicazione del Codice Fiscale.
Le ricevute di versamento avranno validità di trecentosessantacinque giorni dalla data del versamento stesso e dovranno sempre essere accompagnate da un documento di identità valido.
Non sarà necessaria la presentazione di apposita istanza e non sarà rilasciato alcun tesserino poiché l’insieme di ricevute di versamento e documento identificativo costituiscono di per sé l’autorizzazione all’esercizio dell’attività alieutica.

Il versamento della tassa regionale e della soprattassa provinciale dovrà essere effettuato secondo le seguenti modalità dai cittadini residenti sul territorio della provincia di Torino

N.B: LA SOPRATTASSA PROVINCIALE VA OBBLIGATORIAMENTE VERSATA SUL CONTO CORRENTE REGIONALE RELATIVO ALLA PROVINCIA DI RESIDENZA

Tassa regionale
Versamento di Euro 12,00
su c/c numero 93322337
Intestato a: REGIONE PIEMONTE – TASSA PESCA
Causale: LICENZA DI PESCA DILETTANTISTICA TIPO B
Per effettuare il versamento sul conto corrente regionale anche tramite bonifico postale o bancario, pagamenti tramite i chioschi degli uffici postali (c.d. canali telematici), etc. si può utilizzare il seguente codice IBAN:
IT 62 D 07601 01000 000093322337
con analoga intestazione e causale.
Soprattassa provinciale
Versamento di Euro 23,00
su c/c numero 1023349168
Intestato a: TESORERIA REGIONE PIEMONTE SOPRATTASSA PESCA PROV. TO
Causale: LICENZA DI PESCA TIPO B
Per effettuare il versamento sul conto corrente regionale istituito per la soprattassa provinciale anche tramite bonifico postale o bancario, pagamenti tramite i chioschi degli uffici postali (c.d. canali telematici), etc. si può utilizzare il seguente codice IBAN:
IT 16 L 07601 01000 001023349168
con analoga intestazione e causale.
Si ricorda che per pescare nelle ACQUE SOGGETTE A DIRITTI DEMANIALI ESCLUSIVI DI PESCA della Città Metropolitana di Torino è necessario, oltre ai versamenti previsti per la licenza di pesca, effettuare un versamento di 12,00 Euro sul conto corrente postale n. 00216101 intestato alla Città Metropolitana di Torino – Servizio Tesoreria – Torino e riportante nella causale: “Diritti demaniali esclusivi di pesca – Città Metropolitana di Torino” e l’anno di validità.
Il versamento ha validità per l’anno solare (1 gennaio – 31 dicembre) indicato nella causale del bollettino ovvero, in mancanza di indicazioni causali, per l’anno solare nel corso del quale il versamento è stato effettuato.
È possibile effettuare i versamenti su questo conto corrente anche tramite bonifico postale o bancario, pagamenti tramite i chioschi degli uffici postali (c.d. canali telematici), etc.
In questi casi il codice IBAN è: IT 32 Z 07601 01000 000000216101 con causale DDEP CITTÀ METROPOLITANA e anno di riferimento.
La pesca in queste acque NON PREVEDE ESENZIONI di pagamento.

DEEP PROV. DI CUNEO

Diritti Demaniali Esclusivi in gestione diretta

Per poter esercitare la pesca nei corsi d’acqua soggetti a Diritti Demaniali di pesca gestiti direttamente dalla Provincia di Cuneo il pescatore dilettante, oltre ad essere munito di licenza di pesca in corso di validità, deve provvedere a versare la quota di accesso annuale secondo quanto disposto dal Regolamento provinciale di gestione. La ricevuta del versamento costituisce autorizzazione all’esercizio della pesca nei DDE provinciali e deve essere esibita unitamente alla licenza di pesca ed a documento di identità valido ad ogni controllo degli organi di vigilanza (Polizia locale della Provincia di Cuneo, Carabinieri Forestali e Guardie volontarie delle associazioni piscatorie) .

Le quote di accesso sono le seguenti:

  • tariffa “A”, pari ad € 12,00, per la pesca in tutti i tratti soggetti a diritti demaniali esclusivi di pesca ad esclusione di quelli “No kill”;
  • tariffa “B”, pari ad € 15,00, per la pesca in tutti i tratti soggetti a diritti demaniali esclusivi di pesca, ivi compresi i tratti di pesca “No kill”.

La quota di accesso, dovuta anche da coloro i quali non hanno obbligo di licenza di pesca o per chi utilizza il permesso giornaliero, deve essere versata a mezzo del conto corrente postale n. 14641120 intestato a: Provincia di Cuneo – Caccia e Pesca – Servizio Tesoreria – Corso Nizza, 21 – 12100 Cuneo.

Scarica il bollettino di versamento postale (utilizzare solamente quello di interesse)

I versamenti hanno validità per l’anno solare nel quale sono stati effettuati e scadono il 31 dicembre di ogni anno (ad esempio i versamenti effettuati nel 2019 scadranno il 31/12/2019).

La pesca è consentita tutti i giorni esclusi i Martedì e Mercoledì non festivi. Nei tratti no-kill e nei laghi Bleu, Nero e Bes posti in comune di Pontechianale, la pesca è consentita tutti i giorni nel rispetto del periodi di chiusura generale delle acque di particolare pregio (pesca consentita da domenica 24 febbraio 2019) e di quello dei laghi alpini (pesca consentita da domenica 2 giugno 2019), .

Elenco Tratti:

  • F. Po. Dalla confluenza del Torrente Pellice a valle sino al confine con la provincia di Torino per i tratti scorrenti nei comuni di Faule, Polonghera e Casalgrasso – (Acqua Secondaria ciprinicola) – Attenzione! A valle del ponte della SP 663 in Casalgrasso è istituita una zona di divieto di pesca!
  • F. Stura. Da 500 m a monte del ponte strada Bra-Cherasco sino alla confluenza con il F. Tanaro. – (acqua Secondaria ciprinicola)
  • F. Stura. Dal Confine del Comune di Centallo a valle fino al traliccio dell’alta tensione in Comune di S. Albano – (acqua Secondaria salmonicola)
  • F. Stura. Dal ponte S.S. 28 Fossano-Mondovì a valle fino al ponte del raccordo autostradale che collega l’abitato del Comune di Fossano all’autostrada TO-SV – (acqua Secondaria salmonicola)
  • F. Tanaro. Dalla linea divisoria tra i Comuni di Novello e Narzole a valle sino alla confluenza del F. Stura nel Tanaro – (acqua Secondaria ciprinicola)
  • F. Tanaro. Dallo sbocco del T. Corsaglia a valle fino al confine comunale Bastìa Mondovì, Cigliè e Niella Tanaro – (acqua Secondaria ciprinicola)
  • F. Tanaro. Dal Ponte SS 28 nel concentrico di Ceva a valle nei comuni di Ceva e Lesegno – (acqua Secondaria ciprinicola)
  • F. Tanaro. Dalla chiusa della Bealera del Mussotto alla confluenza del T. Seno d’Elvio nel Tanaro – (acqua Principale)
  • F. Tanaro. Dal confine comunale con Nucetto a valle sino al ponte SS 28 nel concentrico di Ceva – (acqua Secondaria salmonicola)
  • Rio Grosso. Tratto scorrente nel Comune di Peveragno – (acqua Secondaria salmonicola)
  • Rio Pajetta. Tratto scorrente nel Comune di Peveragno – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Bovina. Tratto scorrente nel Comune di Ceva – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Branzola. Tratto scorrente nel Comune di Mondovì – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Corsaglia. Tratto scorrente nel Comune di Lesegno – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Ellero. Dalla confluenza del T. Lurisia sino alla ex diga Borgato nel Comune di Mondovì – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Mongia. Tratto scorrente nel Comune di Lesegno – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Pesio. Dal ponte ferrovia Cuneo-Mondovì al ponte strada Fraz. Crava (Morozzo) – Rocca de’ Baldi – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Pogliola. Dallo sbocco del canale di scarico di Molino Pogliola a valle fino alla confluenza con il Pesio – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Varaita. Dalla diga di Sampeyre a valle sino al ponte della nuova variante della S.p. n. 8 della V. Varaita posto in frazione Rore di Sampeyre – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Varaita. Dal ponte di Frassino sulla S.p. n. 8 della V. Varaita a valle sino al ponte di Valcurta, posto nei pressi del bivio per Valmala – (acqua Secondaria salmonicola)
  • T. Varaita. A monte della Frazione Chianale di Pontechianale (acqua Secondaria salmonicola)
  • Laghi Bleu Nero e Bes. Tratto in Comune di Pontechianale, Laghi Blu, Nero e Bes – (acqua Secondaria salmonicola)

 

Annunci